Quale integratore per le vertigini scegliere? Guida alla scelta con classifica

Le vertigini sono senza alcun dubbio una problematica di base davvero molto comune, diffusa e che si collega, a sua volta, a vari sintomi, che possono essere anche totalmente differenti e diversi tra di loro.

Sicuramente la sensazione di perdere l’equilibrio e che l’ambiente intorno ruoti, oltre al senso di sbandamento sono alla base di tutto ciò e molto spesso quello che più preoccupa chi ne soffre. Per di più va detto che ne esistono di vario tipo (per esempio si può distinguere tra periferiche e centrali) e all’origine ci possono infiammazioni o disfunzioni.

Ed è proprio perché si sta parlando di un qualcosa che riguarda tantissima gente che esistono degli integratori che hanno la funzione e il compito di provare ad alleviare e ad attenuare il tutto. Non resta dunque che entrare maggiormente nello specifico e nel dettaglio di quest’argomento così importante.

Ingredienti e principi attivi degli integratori per le vertigini

1
Acufene, Ronzio Orecchio, Vertigini, Integratore Alimentare con Zinco Ginko Biloba 30 compresse...
  • 🍃 Rimedio naturale per supportare le funzioni vascolari dell'Apparato Uditivo
2
Integratore multivitaminico per il cervello - Antietà, salute Cerebrale lungo termine - 60 Capsule....
  • Per chi è Sapiens Brain Longevity? Se sei preoccupato di mantenere la salute del tuo cervello e le capacità cognitive complete a lungo termine, questo è il multivitaminico completo ideale per te....
Offerta3
Corevas Plus 30 Compresse Integratore Alimentare per la Circolazione Sanguigna
  • Ingredienti: Acetii L-carnitina HCI, DL-alfa tocoferilacetato (vitamina E), agenti di carica: cellulosa, fosfato tricalcico; gingko (Ginkgo biloba L., foglie) e.s. tit. 24% in ginkgoflavoni e 6% in...
Offerta5
Dr. Giorgini Cervicale sana Pastiglie - 90 g
  • Integratore alimentare a base di erbe, sali minerali, vitamine e altri nutritivi.
6
Integratore Lattoferrina 200 mg, 90 Compresse Ad Alto Dosaggio, con Echinacea Purpurea, Vitamina C,...
  • INTEGRATORE LATTOFERRINA 200 MG - La lattoferrina, o lactoferrina, è una proteina fondamentale per l’immunità dell’organismo. L'echinacea purpurea è una pianta della famiglia delle Composite,...
Offerta7
FB Pharma - integratore collagene e acido ialuronico e biotina - 180 capsule - Integratori...
  • ✔️ COLLAGENE + ACIDO IALURONICO + BIOTINA : Il nostro integratore è stato studio per il mantenimento di pelle, capelli, articolazioni, cartilagine , unghie e membrane mucose normali, in un comodo...

Per quel che riguarda gli ingredienti che compongono un integratore per le vertigini, di base, sono principalmente ed essenzialmente questi: Ginkgoselect Fitosoma, Zenzero, Vitamina B3, Vitamina B1, Vitamina B2, Vitamina B6, Vitamina C e Vitamina D.

Insomma, un mix e una formula comunque ben studiata, architettata e articolata e che ha funzioni, principi, proprietà e compiti ben definiti. Per esempio, il Ginkgoselect Fitosoma è utile per mantenere la fluidità e la circolazione del sangue, favorendo anche quelle che sono le normali funzioni cognitive.

Poi lo zenzero è di per sé molto noto e conosciuto per le sue proprietà contro la nausea e le vertigini stesse. Inoltre il complesso di vitamine elencate rappresentano un supporto fondamentale ed essenziale. Questo innanzitutto perché servono e sono utili per sostenere le funzionalità del sistema nervoso sia centrale che periferico.

Non a caso, l’assunzione di vitamina D può ridurre la possibilità di avere degli episodi di vertigini continui e costanti, fatto che può rappresentare un problema e un ostacolo non da poco per chi ne soffre. Essenziali sono anche la C, la B1 e la B2.

Per quel che riguarda invece la vitamina B3, si può dire e affermare che una sua carenza può portare al sorgere di sintomi strettamente connessi e correlati alle stesse vertigini, ossia in particolar modo nausea, capogiri e giramenti di testa.

Ed è proprio per questo che, reintegrarla attraverso l’assunzione e l’utilizzo degli integratori specificamente formulati, può aiutare davvero moltissimo. Per concludere, è abbastanza chiaro ed evidente che si tratta di componenti e di ingredienti totalmente e completament3 naturali e vegetali.

Inoltre si tratta di prodotti quasi sempre privi di glutine, zuccheri e lattosio e che quindi, sotto questo punto di vista, non hanno particolari controindicazioni.

Quando usare un integratore per le vertigini

Per capire meglio la questione e l’argomento, va detto che, i sintomi che si accompagnano e che sono causati o che causano le vertigini, possono avere una durata e un’intensità di per sé abbastanza variabile e mutabile.

Scegliere di prendere un integratore dipende dunque inevitabilmente da quelle che sono le cause e i motivi scatenanti di questa sintomatologia e di questa problematica nel suo complesso e nella sua totalità. Una sua assunzione può però senza alcun dubbio alleviare i problemi e permettere così di avere un lieve miglioramento della situazione di cui si soffre.

Per fare però un esempio un po’ più pratico, concreto e comprensibile, si può dire e affermare che esistono dei prodotti specifici e pensati per eliminare un determinato problema collegato alle vertigini, ossia il ronzio alle orecchie.

La conseguenza, o meglio il beneficio, principale di un riuscire a superare questo problema è senza alcun dubbio un aumento della concentrazione e del rilassamento, il che può portare a un inevitabile miglioramento del benessere mentale.

Un altro esempio che può schiarire abbastanza le idee è dato e rappresentato dal fatto che le vertigini possono avere origine e nascere anche per e a causa di disordini al sistema vestibolare.

Quest’ultimo si trova all’interno dell’orecchio e ha come compito e ruolo principale quello di garantire l’equilibrio, senza dover far convivere con problemi non di poco conto. Insomma, nel caso in cui tutto dipendesse da ciò, l’integratore agirebbe per contrastare la nausea, il vomito, i giramenti di testa e i capogiri.

Dunque è molto semplice e facile dire e intuire che, l’utilità di questo prodotto, dipende da quelli che sono i sintomi e soprattutto dalla causa di questi ultimi.

Ed è per questo che ne esistono di vario tipo e che, molto spesso, si trovino ingredienti differenti l’uno dall’altro, per quanto la formula basica, essenziale e principale è, di per sé, quasi sempre uguale, o comunque davvero molto simile.

Modalità di somministrazione e controindicazioni

integratore per le vertigini efficace

Di solito, per quel che riguarda le modalità di somministrazione e di assunzione di un integratore per le vertigini, è indicato di prendere il prodotto per una o due volte al giorno. Parlando invece delle controindicazioni e dei rischi, molto spesso spiegati sulle confezioni stesse, si consiglia di non utilizzarli durante il periodo di gravidanza e di allattamento.

Ovviamente non bisogna mai superare la dose giornaliera consigliata. Problemi potrebbero inoltre sorgere in caso di allergia o sensibilità agli ingredienti e ai principi attivi.

Infine va sempre tenuto conto del fatto che gli integratori alimentari sono di per sé solo e soltanto una forma e uno strumento di aiuto e di supporto, ma non possono essere considerati come dei sostituti di una dieta variata e di uno stile di vita sano ed equilibrato.

Ed è per questo che va senza alcun dubbio sottolineato e ricordato che, quando e se si soffre di vertigini, occorre, per esempio, evitare di mangiare cibi molto salati, come insaccati, pesce in scatola, essiccato o affumicato, formaggi stagionati e particolari tipi di salse e di snack conservati in busta o in salamoia.

Cosa si trova sul mercato e i prezzi

Gli integratori per le vertigini, come è fin troppo facile intuire e immaginare, si possono presentare in e sotto varie forme: capsule, compresse, gocce o bustine in polvere.

Si è già detto e analizzato molto bene nei paragrafi e nelle righe precedenti che le tipologie di questo prodotto variano a seconda dei sintomi e dei problemi, ma anche, anzi soprattutto, per quelle che sono le cause di questi ultimi. Insomma, sotto questo punto di vista, la questione e la scelta divengono, ancora una volta, un qualcosa di natura meramente soggettiva e personale.

Addentrandosi invece in quella che è la tematica del prezzo, si può dire e affermare questo, di solito oscilla tra i 15 e i 30 euro. Molto dipende da alcuni aspetti, tra cui, per esempio, dal numero di compresse presenti nella confezione o anche dalla formula di ingredienti.

Inoltre non può essere dimenticato e scordato che, in caso di sintomatologia un po’ più grave, anche la formulazione potrebbe essere un po’ specifica. E questo porterà inevitabilmente a un aumento del costo, per quanto magari non troppo considerevole ed elevato.

Ed ecco che non può che sorgere e venire in mente una domanda più che logica e razionale: quali sono i migliori integratori per le vertigini, che si possono trovare in commercio?

Non resta che stilare una sorta di vera e propria classifica e graduatoria, creando quella che può essere definita una vera e propria top sette, partendo da quelli più costosi, fino ad arrivare a quelli più convenienti ed economici.

Classifica top7 dei migliori integratori per le vertigini

integratore per le vertigini migliore

  • Vestanol – Miglior integratore per le vertigini

La formula presente in Vestanol favorisce il microcircolo e la regolare funzionalità del sistema cardiovoscolare. E già questo fa capire quale sia la sua principale funzionalità e utilità. Questo compito è svolto alla perfezione dal Ginkgoselect Fitosoma e dal Biancospino.

Per di più quest’ultimo facilita il rilassamento mentale, fondamentale e quasi basilare in certe situazioni e in certi momenti, in primis quando si soffre di determinati problemi. Inoltre vi è lo zenzero, che allevia la nausea, uno dei sintomi fortemente e strettamente collegati alle vertigini.

Essenziale è anche un mix di vitamine, che contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso. Si consiglia e si indica di prendere solo e soltanto una compressa al giorno, preferibilmente la sera, poco prima di andare al letto e di coricarsi.

  • Acuval Vert

Acuval Vert è un integratore per vertigini contenente Q-TER, vitamine, colina, zenzero, con Lactium e Ginkgoselect Fitosoma. Il prodotto è fortemente indicato e consigliato per chi soffre di problematiche legate all’equilibrio e deficit nel microcircolo.

Questi ultimi possono creare e portare a disfunzioni a carico dell’orecchio, vero e proprio garante dell’equilibrio.

L’integratore è senza glutine, ma contiene derivati del latte e della soia. Per quel che riguarda le modalità di assunzione e di somministrazione, l’indicazione è di prendere solo una compresa al giorno, accompagnata con un abbondante bicchiere d’acqua per favorirne ovviamente la deglutizione.

  • Migrasoll

Offerta
Elytra Pharma Migrasoll Integratore Alimentare, 30 Capsule
  • ginko biloba 60mg di cui bilobalide 1,8mg, coenzima Q10 10mg, Vitamina B2 2,4mg 171%

Migrasoll è un integratore alimentare composto da ginkgo biloba e vitamina B2.

Questo prodotto è assolutamente consigliato ed è anzi considerato a dir poco ideale per alleviare i sintomi causati da ogni forma e tipo di cefalea, in particolar modo quella tensiva, ed emicrania, con e senza aura, che possono portare anche a capogiri, giramenti di testa e appunto vertigini stesse.

Essendo in bustina e quindi in polvere, si consiglia di assumere il prodotto una o due volte al giorno, a seconda della necessità e dei sintomi, sciogliendola in un bicchiere d’acqua.

  • Vertigoval

Vertigoval è fortemente indicato per chi soffre di disturbi dell’equilibrio di diversa origine e natura e quindi anche di vertigini. A caratterizzarlo è in primis la presenza, tra gli ingredienti, di zenzero, melissa e vitamina B6. Da non sottovalutare però il fatto che vi sia anche la citicolina.

Quest’ultima è una molecola che ha un ruolo fondamentale nella trasmissione dell’impulso nervoso. Inoltre risulta particolarmente utile nel caso di vertigini di origine centrale. Anche in questo caso, si consiglia l’assunzione di una compressa per due volte al giorno e preferibilmente lontano dai pasti.

  • Ginkgo foglie Naturalma

Ginkgo (Ginkgo biloba) foglie NATURALMA | 150 g | 300 compresse da 500 mg | Integratore alimentare |...
  • Ginkgo (Ginkgo biloba) foglie 300 COMPRESSE da 500 mg (formato da 150 grammi). Prodotto in compresse, pastiglie o tavolette (non sono opercoli, capsule o softgel). 1 compressa contiene 300 mg di...

Questo integratore per vertigini è, come si può facilmente intuire dal nome, composto da Ginkgo biloba ed è un prodotto venduto in compresse. Si tratta di un supporto e di un aiuto totalmente e completamente naturale e vegetale. Ed è per questo che non contiene edulcoranti, coloranti, conservanti e qualsiasi altro tipo di ingrediente artificiale e chimico.

Come è già stato, in grandissima parte, già spiegato e analizzato nelle righe e nei paragragi precedenti, questa sostanza è molto spesso utilizzata e usata contro tutti quei disturbi che sono strettamente associati e collegati alla riduzione del flusso del sangue e quindi anche vertigini, mal di testa, capogiro, acufeni e ronzio delle orecchie.

Insomma, si tratta di un supporto che può essere senza alcun dubbio comunque molto utile in caso di sintomatologia tutto sommato abbastanza lieve o comunque gestibile nel tempo e in un breve periodo.

  • Vertigo Agips

Questo può essere definito un vero e proprio rimedio totalmente e completamente naturale per supportare quelle che sono le funzioni vascolari e circolatorie dell’apparato uditivo, essendo principalmente ed essenzialmente utile per alleviare vertigini, ronzio alle orecchie e acufeni, che sono tutti strettamente connessi e collegati.

A fare la differenza sono in particolar modo due ingredienti, ossia Zinco e Ginko Bilboa, che sono fondamentali per favorire e per migliorare il microcircolo locale e periferico.

Il prodotto, che è 100% made in Italy, va assunto due volte al giorno e preferibilmente a stomaco pieno. Per quel che riguarda le controindicazioni, se ne sconsiglia l’uso per le donne nel periodo di gravidanza e allattamento.

  • Cefalstop

Cefalstop è un integratore composto prevalentemente da zenzero, ginkgo e partenio. Il primo allevia gli stati di tensione localizzati, il secondo coadiuva quella che è la microcircolazione, mentre il terzo viene utilizzato per contrastare mal di testa ed emicrania, di qualsiasi tipo, forma ed entità.

Va detto che quest’integratore, creato con una formulazione a rapido e immediato assorbimento, è indicato in particolar modo contro la cefalea, soprattutto a origine e natura tensiva. Questa però è, come è già stato detto, fortemente connessa e legata alle vertigini.

Quindi si sta parlando di quello che può essere un supporto per alleviare entrambe le problematiche e sintomatologie. Si consiglia l’assunzione, a seconda della necessità e del fabbisogno, di una o due compresse al giorno, da deglutire con un po’ d’acqua, contenuta in un bicchiere.

Lascia un commento