Quali sono le migliori Bevande antinfiammatorie veloci da preparare? Classifica e consigli

Gestire correttamente la propria alimentazione è fondamentale per prevenire patologie e godere di massimo benessere.

Diversi studi hanno peraltro dimostrato che l’alimentazione è fondamentale soprattutto per le infiammazioni croniche. Bisogna mangiare in maniera oculata e soprattutto bere ogni giorno sostanze che fanno bene.

Abbiamo quindi pensato di proporre delle bevande antinfiammatorie che fanno bene e che soprattutto sono semplici e veloci da preparare in casa.

Classifica delle migliori bevande antinfiammatorie

  • Il succo di ciliegia e semi di chia

succo di ciliegia

Preparare bevande antinfiammatorie che fanno molto bene soprattutto quando si ha a che fare con patologie croniche è piuttosto semplice. L’importante è abbinare perfettamente tra di loro i vari ingredienti. Una proposta davvero funzionale e che offre un sapore niente male è il succo di ciliegia con semi di chia.

La preparazione è molto semplice perché bisogna prendere circa una tazza e riempirla fino al 75% di succo di ciglia già al 100%. Lo si può trovare anche al supermercato in maniera piuttosto semplice. Il succo di ciliegia va poi integrato con una tazza, della stessa grandezza, di acqua. Poi si aggiungono i semi di chia, un paio di cucchiai di miele di qualsiasi tipologia e infine 3 cucchiai di succo di lime. Si inserisce tutto in un contenitore chiuso ermeticamente e si agita bene per qualche secondo.

Non resta che inserire il tutto in frigorifero per qualche ora prima di poterlo degustare a una temperatura gradevole. Si farà apprezzare questa bevanda per il fatto di essere molto rinfrescante e perché sfrutta al meglio i grassi Omega 3 e le caratteristiche del succo di ciliegia che è tra i più importanti in tema di azione antiossidante contrastando la presenza di radicali liberi che sono i principali responsabili dell’invecchiamento precoce delle cellule di qualsiasi tessuto.

In particolare questo succo di ciliegia arricchito con semi di chia e adatto per chi vuole alleviare tutti i dolori causati dalle condizioni artritiche tra cui soprattutto la gotta. Non si tratta di un semplice rimedio fai da te ma di una bevanda pubblicata nel 2017 sull’importante rivista American Journal of Lifestyle Medicine.

  • La bevanda al sambuco

Le bacche di sambuco vengono spesso e volentieri utilizzate per creare bevande di vario genere, principalmente gustosi liquori che si rifanno alla tradizione nostrana. Inoltre la storia della medicina è ricca di utilizzi di queste bacche per curare diverse patologie e in particolare per sfruttare al meglio le loro caratteristiche antinfiammatorie.

Infatti, ci sono diversi studi scientifici, come quello pubblicato nel 2019 sulla rivista Journal of Functional Foods, che hanno dimostrato la capacità di aumentare le difese immunitarie.

Inoltre contrastano lo stress ossidativo e danno un importante contributo anche per quanto riguarda la regolarizzazione della pressione sanguigna e del livello di glicemia presente nel sangue. La bevanda al sambuco che vogliamo preparare è piuttosto semplice e rapida.

Si prendono due tazze di acqua e si vanno a inserire in una pentola aggiungendo poi successivamente due cucchiai di bacche di sambuco essiccate. Non appena queste vengono inserite nell’acqua, iniziano a rilasciare un colorito molto scuro che ricorda quello del tè e in effetti questa è la tipologia di bevanda che stiamo preparando. Inoltre si aggiunge una stecca di cannella molti che ha a sua volta delle proprietà antinfiammatorie. La pentola viene messa poi sull’acqua per portare il tutto alla temperatura.

Poi si abbassa la fiamma al minimo e si fa cuocere per circa un quarto d’ora. Quando il tè non bolle più, si spegne il fuoco e si lascia raffreddare. Prima di consumarlo è però indispensabile filtrare questa bevanda.

  • Il te alla curcuma

te alla curcuma

Notoriamente la curcuma è un ingrediente dalle conosciute proprietà antinfiammatorie. Aiuta a lenire dolori e conseguenze dovute a patologie di vario genere. Anche la preparazione di questo drink è piuttosto semplice perché è sufficiente avere a disposizione una pentola nella quale inserire due tazze d’acqua. Da sottolineare che per la preparazione è possibile sia utilizzare la curcuma fresca sia quella macinata.

Nel caso si disponga della curcuma macinata se ne aggiunge mezzo cucchiaino nella pentola e poi qualche chicco di pepe nero. La ricetta viene completata poi da due cucchiai di succo di limone. Si prende la pentola e semplicemente la si va a posizionare sul piano di cottura portando tutto a ebollizione.

Quando l’acqua bolle bisogna abbassare la fiamma oppure il livello di temperatura se si dispone di un piano di cottura a induzione. Si lascia quindi sobbollire al massimo per una decina di minuti e quando la bevanda non bolle più è sufficiente togliere dal fuoco e aggiungere un cucchiaino di miele.

Si mescola velocemente e poi si lascia raffreddare almeno per cinque minuti. Prima di bere bisogna anche in questo caso filtrare il tè e poi degustarlo magari aggiungendo anche una mezza fetta di limone per dare un tocco di freschezza.

  • Il frappè al cioccolato

Chi l’ha detto che le bevande antinfiammatorie non possono essere gustose e rinfrescanti. Infatti è possibile preparare un ottimo frappè ghiacciato con principale ingrediente il cioccolato fondente le cui caratteristiche benefiche per l’organismo sono ormai note.

Gli ingredienti necessari sono facilmente reperibili al supermercato e spesso sono già presenti in frigo. La ricetta prevede l’utilizzo di circa 100 grammi di caffè freddo da preparare con la propria moka, 100 ml di latte di cocco al naturale, una trentina di grammi di cioccolato fondente almeno all’85% e un cucchiaino di estratto di vaniglia.

Quest’ultimo ingrediente è più difficile da avere a casa ma lo si trova in giro. Per prima cosa si prende il caffè e lo si unisce con il latte di cocco. Successivamente si va ad aggiungere il cioccolato fondente con l’estratto di vaniglia. Tutto questo va poi frullato fino a quando non si ottiene una sostanza omogenea e priva di grumi. Non resta poi che versare la bevanda in un bicchiere e magari utilizzare delle scaglie di cocco per rendere il tutto ancora più appetibile.

  • Frullato di zenzero ai frutti di bosco

Frullato di zenzero ai frutti di bosco

Altro ingrediente molto reclamizzato per quanto riguarda le sue caratteristiche benefiche per l’organismo è lo zenzero. Ormai fa parte della nostra dieta e lo si utilizza per diverse preparazioni per cui il prossimo step è quello di sfruttarne le peculiarità per godere di una meravigliosa bevanda antinfiammatoria.

Oltre allo zenzero per la preparazione di questo drink, è necessario disporre di frutti di bosco anche congelati, della semplice acqua naturale, circa un cucchiaio di semi di chia e una tazza di spinaci che possono essere utilizzati all’occorrenza e secondo il proprio gusto personale. Tutti questi ingredienti devono essere semplicemente inseriti all’interno di un frullatore.

È consigliabile utilizzare circa una tazza d’acqua e 2 cucchiaini di radici di zenzero fresco. Si frulla il tutto per ottenere un composto omogeneo e poi si va a aggiungere altra acqua fino a che non si ottiene la consistenza più adatta per le proprie esigenze gustative.

Il frullato è pronto ed è ricco di sostanze antiossidanti che sono molto utili per ritrovare benessere.

Lascia un commento